FISCO CONSULTING

Ecco categorie e requisiti dei beneficiari dell’indennità una tantum obbligati a fare domanda all’INPS per ottenere il bonus. Come fare

Il bonus o indennità 200 euro è stato previsto dal Governo Draghi con il decreto  Aiuti n. 50 2022  come supporto economico ai cittadini in difficoltà per il caro bollette.

Il bonus è esente da Irpef e da contributi previdenziali, è personale non cedibile né pignorabile.

Hanno diritto  praticamente tutti i cittadini con modalità diverse:

  1. alcune categorie devono fare domanda all’inps,
  2. altri lo riceveranno in automatico, sempre dall’inps   (pensionati ma non solo)
  3. i dipendenti (che risultino assunti a luglio 2022 ) lo riceveranno in automatico dai datori di lavoro.
  4. Infine i professionisti iscritti  a cassa previdenziali private lo riceveranno dagli enti di riferimento

ATTENZIONE In tutti i casi  si ha diritto al bonus una sola volta, cioè l’indennità non è riconosciuta ai lavoratori che  ne hanno già beneficiato, ad altro titolo.

La circolare 73 2022 pubblicata il 24 giugno , a questo proposito   chiarisce che il bonus spetta:  “Ai lavoratori dipendenti che   hanno beneficiato dell’esonero  contributivo dello 0,8% per almeno una mensilità,   nel periodo di riferimento che va dal 1 gennaio al  giorno precedente la pubblicazione della circolare , (quindi  entro il 23 giugno 2022,  NON nel primo quadrimestre del 2022 come da prime istruzioni .

Indennità 200 euro una tantum chi  deve  fare domanda. Le scadenze

 Sono tenuti a fare domanda all’inps ,con le modalità indicate piu sotto,  le seguenti categorie con i relativi requisiti e scadenza:

collaboratori coordinati e continuativi  
  • con contratto di collaborazione coordinata e continuativa  attivo alla data del 18 maggio 2022
  •  iscritti alla Gestione separata
  • non  titolari – alla data del 18 maggio – di trattamenti pensionistici che danno diritto al bonus (pensioni assegno sociale nvalidita civile  indennità di accompagnamento)
  • non iscritti ad altre forme di previdenza  obbligatoria
  • con reddito 2021 derivante dai suddetti rappori di collaborazione non superiore a 35mila euro.
  • SCADENZA DOMANDE 31 OTTOBRE
 lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti , anche del settore agricolo
  • devono avere svolto, nell’anno 2021, almeno 50 giornate di lavoro effettivo nell’ambito di uno o più rapporti di lavoro di tipo stagionale e/o a tempo determinato e/o di tipo intermittente, indifferentemente
  •  con reddito nel 2021 derivante dai suddetti rapporti di lavoro non superiore a 35.000 euro.
  • SCADENZA DOMANDE 31 OTTOBRE
lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo
  • che nell’anno 2021, abbiano almeno 50 contributi giornalieri versati nel predetto Fondo e
  • per il medesimo anno 2021,abbiano  un reddito derivante da rapporti di lavoro nello spettacolo non superiore a 35.000 euro.
  • SCADENZA DOMANDE 31 OTTOBRE
 lavoratori autonomi occasionali
  • privi di partita IVA,
  • non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie
  • iscritti alla data del 18 maggio 2022 alla Gestione separata INPS
  • nel 2021 titolari di contratti autonomi occasionali di cui all’articolo 2222 del codice civile per cui deve risutlare un reddito inferiore a 35 mila euro
  • SCADENZA DOMANDE 31 OTTOBRE
 lavoratori incaricati alle vendite a domicilio
  • che possono fare valere, nel 2021, un reddito derivante dalle attività in questione superiore a 5.000 euro e
  •  che siano iscritti, alla data del 18 maggio 2022, alla Gestione separata
  • SCADENZA DOMANDE 31 OTTOBRE
lavoratori domestici
  • che abbiano in essere uno o più rapporti di lavoro alla data del 18 maggio 2022 e per i quali risulti attiva l’iscrizione del rapporto di lavoro nella Gestione dei Lavoratori domestici dell’INPS.
  • NON  titolari di altre attività da lavoro dipendente  né di trattamenti pensionistici
  •  con reddito  personale assoggettabile ad IRPEF, al netto dei contributi previdenziali e assistenziali, non superiore a 35.000 euro.
  • SCADENZA DOMANDE 30 SETTEMBRE

ATTENZIONE: i lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti  e i lavoratori iscritti al fondo pensione spettacolo se assunti nel mese di luglio NON DEVONO FARE DOMANDA all’inps, perche riceveranno il bonus in automatico dai datori di lavoro.

Bonus 200 euro: come inviare la domanda

La domanda è disponibile accedendo alla sezione “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche” sul sito web dell’Istituto www.inps.it, seguendo il percorso “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”; una volta autenticati sarà necessario selezionare la categoria di appartenenza

Le credenziali di accesso ai servizi  sono le seguenti:

  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

In alternativa al portale web, le indennità di cui alla presente Sezione possono essere richieste tramite il servizio di Contact Center Multicanale, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori)

Si può anche fare richiesta presso un PATRONATO.

ULTIME NEWS

I NOSTRI SERVIZI ONLINE PIU' VENDUTI

Ogni giorno professionisti e aziende di tutta Italia usano i servizi di Fisco Consulting

Open chat
1
Ciao,
se hai bisogno di Info o Assistenza contattaci QUI.

Il Team di Fisco Consulting